Quattro giorni in ritardo

 

Diario di un anno in forma poetica, narrativa, fotografica

19 luglio 14.07

Sei incastrato. Vorresti, ti trovi incastrato, ascolti, gli altri sono incastrati, ma gli altri non contano, sei te che sei incastrato. Va bene, adesso ti fermi, adesso valuti, accumuli, cinquemila euro e ti liberi, un anno e ti liberi, due anni al massimo. Questi mesi puoi stracciarli, puoi rinchiuderti, puoi risparmiare, poi, dietro la porta, chiusa la porta, ecco, vorresti, potrai, la vita, la vita vera. La vita vera è quella dei grandi avvenimenti. Stare sui tetti a guardare l’alba, dopo una folle serata con sconosciute. Del paradiso che ti si apre davanti allo sguardo. Delle terrazze impazzite sulle folle di gente che ti sorride e ammicca, degli eleganti che ti spostano la sedia, dello stare a letto con due donne, due uomini. La vita vera. Quest’altra cos’è? É una parodia, lo confessi, per te è una parodia, solo che non ti diverte. Perché sei destinato ad altro. Sei incastrato, vorresti, ma sei fuori dal mondo, tutto accade altrove. Lo pensi stretto tra le coperte della tua provincia. Sei furibondo quando qualcuno rinasce altrove, quando uno calpesta altre terre, quando uno ha un nome che a pronunciarlo non sembra più il nome di qualcuno, ma proprio il suo, proprio quel nome. Valuti, accumuli, poi spendi, spendi tutto in una nottata, lo spendi senza ritegno, perché ne hai il diritto di sbattere in faccia i soldi, di farli vedere, di farli funzionare. Al mattino ricominci, ce la puoi fare, gli altri non contano, adesso ti fermi, valuti, cinquemila euro, se solo avessi cinquemila euro. Questi mesi di distanza dalla vita, questi puoi bruciarli, puoi startene in disparte a progettare, i tuoi amici diranno: è scomparso, chi sa cosa fa? Ma penserai a loro, dopo. Perché sarai nella tua tana, ad accumulare, a coltivare quella vita che per te deve arrivare. Che ti devono. Ma poi una sera esci e torni per le strade, le strade sono belle e portano in dei posti. In questi posti c’è la gente, la gente che non vedi da una settimana. Tutti t’accolgono con gran garbo, perché presentandoti gli togli uno spavento. Magari facevi sul serio, magari te ne andavi davvero, e poi come avrebbero fatto? La tua assenza avrebbe per sempre ricordato l’immobilità delle loro gambe e della loro mente. Non sono i tuoi amici, ma ti accolgono, ci parli. Una sera puoi concedergliela, poi domani torni nella tua tana, t’ aspetta la vita vera, quella che conta, quella di quelli che contano. Una sera non può accadere nulla.

follow url Dovrai pur consolare la vecchia vita, dovrai coccolarla prima di abbandonarla nel letto.

E nel mezzo di tanta tenerezza, di carezze e belle parole che ti rendi conto che non ti importa della vita vera, e di questa non sai che fartene. Non riesci ad immaginare una prospettiva per cui valga la pena adoperarsi con grande cura. Immagini vite intere, vagli tutte le possibilità, massimo successo, massima disperazione. Donne, amici, solitudine, amore, figli, malattia, si mescolano in un calderone tiepido: la ricetta dell’indifferenza. In questo brodo non vi è neanche un profumo da inseguire, un qualcosa che non possa essere processato, analizzato, vissuto, compreso, fatto, finito.

https://alicehoabbey.com/l-auberge-du-lac-casino-and-resort Vorresti un rifugio, vorresti la curva di un collo che scivola su una schiena, una chioma che spazzola il vento, vorresti quel motore sulle gambe che ti faceva salir sulla montagna per vedere dietro cosa c’era. Provi a dirlo, ma le parole si spezzano nell’aria, affettate dalle risa e dalle conversazioni. Ridi insieme agli altri, la terra sussulta, ma adesso smette, lo sai che smette. La terra sussulta e non hai una finestra dove fuggire, non si apre un cratere per abbandonare la superfice.Ti siedi e continui a lasciare che il tempo faccia la sua parte,tu sai fare la tua, quella dell’uomo, l’uomo che sa aspettare fingendo di farsi aspettare. 

Lascia un commento

https://raceswimming.org/harley-street-erectile-dysfunction Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

watch