Quattro giorni in ritardo

https://megancoxministries.com/biology-essay-questions-and-answers-form-4  

Diario di un anno in forma poetica, narrativa, fotografica

12 luglio 18.08

enter site Maledetti poeti! Dove sono finiti? C’era questo tizio lungo il corso, questo tizio con il frac, una penna in mano e un aiutante al fianco. Tu passi, leggi il cartello “Poeta”, quello ti guarda, appunta qualcosa su un foglio, ti chiama. Un pensiero per te. Pensieri fabbricati: ad un tipo gli ha scritto “il tuo animo gentile e soave”. Lo vorresti picchiare, ma i pugni non sono a disposizione, perché l’aiutante t’ha già messo tra le mani il suo libro, rimandi lo scontro. L’aiutante ti parla, vuoi lasciare un’offerta, vuoi comprare il libro. Di picchiarlo non se ne parla nemmeno. Gente poco democratica, almeno presentasse tutte le possibilità. Intanto il poeta ha già scribacchiato altri pensieri, la gente si ferma, vuole vedere il poeta, il frac. Alla gente pare che un poeta non possa essere un uomo, ma una marsina, un monocolo, la gente vede l’ottocento nel poeta come gli anni ottanta nel giubbotto di pelle. Gli dai un euro, perché l’aiutante ti guarda con lo sguardo di una che ha fame, e quelli che hanno fame, anche se non ce l’hanno veramente, anche se sanno solamente imitare lo sguardo, ti fanno pena. Ti penti venti secondi dopo, diciamo quindici, vorresti tornare . Non lo puoi accettare, torni. Ma il poeta si è fatto degli amici, fanno le foto per ricordare bei momenti. Guarda nella fotocamera con lo sguardo di un bifolco, l’anima da poeta è ben nascosta, tra le offerte.

Te ne vai, te ne fai una ragione. Non sai con chi prenderla. Cominci a parlarne. Ma gli altri ti assicurano che stai esagerando, che la violenza non è mai la soluzione. Cominci a riflettere, quanto guadagnerà, cosa dirà alla fine della serata, riderà di tutti, di lui, penserà di essere furbo, penserà di essere un poeta, penserà? Perché sei morto Montale? Perché sei morto Ungaretti? Perché sei morto Carver? E tu, Pavese, perché ti sei ucciso? Esenin t’hanno ammazzato, o anche tu la pensavi come Pavese? Deliri, è la birra, forse è la birra. Ma questa cosa non ti va giù come la birra, questo sasso ti rimane nella gola. Esageri, sei un dittatore, che fa di male? Ognuno è libero. Bravi, bravissimi. Sei solo un contestatore, vivi e lascia vivere, la colpa non è sua, se la gente l’ignorasse andrebbe in giro con una t-shirt e un paio di jeans, tu chi sei per giudicare i gusti? Chi sei? Mi sa che anche voi avete bisogno di due sberle. Cialtrone.

Offesa,

here i miei occhi piangono lacrime d’argento sui colli del rimpianto.

bally american original slot machine  

get link Adesso me lo ruba.

Lascia un commento

https://alicehoabbey.com/best-way-to-earn-cash-in-gta-5 Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

gotta make money the fly way